Restrizioni sui pagamenti con carta di credito estera colpiscono gli operatori turistici

La Banca di Regolamentazione e Vigilanza ⁣del Settore Bancario (BDDK) ⁤della Turchia ha annunciato‍ due nuove misure volte ⁤a rafforzare la ‍stabilità finanziaria del paese. Una⁢ di queste misure riguarda il divieto di ⁤pagamenti a rate con carta di credito per i viaggi all’estero,⁤ come ‌voli, ​spese di agenzia di viaggio ‌e alloggio. Questa decisione ha avuto un impatto negativo sulle azioni delle compagnie aeree e⁤ viene vista come un tentativo di limitare le uscite di‌ valuta estera.

Negli ultimi anni, gli operatori turistici hanno subito le ‌conseguenze di una crisi dei costi di vita‌ e della debolezza della lira turca, che ha perso la metà del suo valore rispetto al dollaro dal 2021. I viaggiatori spesso utilizzano le ‌carte di credito per finanziare i loro viaggi. Questo divieto di pagamenti a rate⁢ potrebbe quindi avere un impatto significativo‌ sul‌ settore dei viaggi all’estero.

Secondo Cem Polatoglu, portavoce di una piattaforma di ‍operatori turistici, quasi tutti‌ i suoi clienti pagavano a rate e una media di 50.000 lire turche ($1.850) per un viaggio per due persone è ⁣una somma che poche persone possono permettersi di pagare in un’unica soluzione. Polatoglu prevede una forte diminuzione‌ del numero di⁢ persone che viaggiano all’estero, soprattutto a causa delle ⁢difficoltà ⁢crescenti che i cittadini turchi incontrano nel ottenere​ visti turistici.

Inoltre, il⁢ divieto di ‍pagamenti a rate ⁤con carta di credito ha avuto un impatto sulle azioni delle compagnie⁤ aeree, con Turkish Airlines⁤ che ha registrato una diminuzione⁢ del 1,3% e Pegasus⁤ Airlines che ha registrato una diminuzione del 2,3%. Anche l’indice principale di Istanbul, il BIST-100, è sceso dello⁤ 0,4%.

La BDDK ha ‍anche ⁣annunciato un’altra misura, ovvero l’aumento⁣ dei pesi dei rischi ‍presi in considerazione nel calcolo dei rapporti di adeguatezza patrimoniale per i prestiti al consumo, le‍ carte di credito personali e i prestiti per veicoli. Questa misura fa parte degli ⁤sforzi delle ⁤autorità ‍turche per contenere l’inflazione elevata e ridurre la⁢ domanda interna, che ha visto la banca centrale aumentare i tassi di interesse di 900 punti base in due mesi insieme ⁤ad‌ altre misure‌ di restrizione.

In conclusione,⁤ il divieto di pagamenti ‍a rate ⁢con carta di credito per i viaggi all’estero in Turchia potrebbe⁣ avere un impatto significativo ⁢sul settore dei ⁣viaggi e sulle compagnie aeree. Gli operatori turistici si aspettano una forte diminuzione del numero di persone che viaggiano all’estero, mentre le compagnie aeree⁣ hanno già registrato una diminuzione⁣ delle azioni. Queste misure fanno parte degli sforzi delle autorità turche per rafforzare la stabilità finanziaria‍ del ​paese⁣ e contenere l’inflazione elevata.

Chiudere
Chiudere
Tag Viaggi.
© Copyright 2023. All rights reserved.
Chiudere